Lana del Rey Vorrebbe essere già Morta

In un’intervista al The Guardian, Lana Del Rey ha detto: “Vorrei essere già morta”, citando Amy Winehouse e Kurt Cobain come eroi. Entrambi sono morti all’età di 27 anni. Mentre questa affermazione preoccupante potrebbe essere un modo malato per farsi pubblicità e consolidare la sua aura “dark e tagliente”, è anche rappresentativo di quella che è la vera persona di Lana Del Rey: “Programmazione di Gattina Beta” (Sex Kitten Programming).

Dopo un tentativo fallito di avviare una carriera musicale come Lizzie Grant, la cantante ha subito un periodo di “riorganizzazione”, dove ha ottenuto un nuovo nome, un nuovo personaggio e un intervento di chirurgia plastica per poi riemergere come Lana Del Rey. Ha poi firmato con la Interscope Records – casa di innumerevoli altri artisti di controllo mentale. Il suo secondo album Born to Die (nata per morire) è stata accolta con grande entusiasmo dai suoi fan e dalla critica pesante dei suoi detrattori che sostengono che lei sia “falsa”

Andando al di là del dibattito “vero o falso”, un filo comune che si trova in tutto il suo lavoro è la Programmazione MK Ultra e Beta.

Nel video National Anthem, Lana ricostruisce Marilyn Monroe che canta “Happy Birthday” a JFK. Marilyn Monroe è il prototipo di Programmazione Beta e servita come schiava di JFK per diversi anni.
Nel video Ride Lana trova la “felicità”, ottenuta seguendo un gruppo di estranei che non sembrano preoccuparsi troppo di lei. Mentre il video è stato accusato di dare fascino alla prostituzione, descrive anche lo strano stato mentale di una gattina Beta.

 

Nel breve filmato Tropico, il padre di Lana è Elvis, sua madre è Marilyn Monroe (le Schiave Beta sono ossessionate di Monroe) e il suo migliore amico è Gesù Cristo. Come Eva, lei morde la mela del peccato originale (che potrebbe fare riferimento alla introduzione nel MK Ultra) e si trasforma in una spogliarellista / prostituta / Gattina Beta.

Il suo terzo album è intitolato Ultraviolence (ultra-violenza), che è un riferimento al film classico di Stanley Kubrick: Arancia Meccanica. Nel film, ultra-violenza si riferisce al passatempo preferito di Alex DeLarge:  intossicarsi, picchiare sadicamente persone innocenti e violentando le donne. Alex viene “curato” dal Ministro dell’Interno con la “terapia di avversione” che include tecniche di controllo della mente, come drogare il soggetto, reggerlo a una sedia, appoggiando le palpebre aperte, e costringendolo a guardare immagini di violenza. “Ultra” nella parola “ultra-violenza” era un modo per Kubrick di fare riferimento al MK-Ultra?

Il soggetto del suo nuovo album è la continuazione della sua personalità come Schiava Beta. Ad esempio, nel titolo di traccia Ultraviolence, Lana canta “tu sei il mio capo cult” al suo aggressore; Nella canzone F-cked My Way up to the Top, Lana  descrive a cosa servono le gattine dell’industria dell’intrattenimento.

La recente intervista di Lana al The Guardian è inoltre in linea con il suo personaggio di Schiava Beta.

“Vorrei essere già morta”, dice Lana Del Rey, cogliendomi alla sprovvista. Lei ha parlato di eroi che lei e il suo fidanzato condivide – Amy Winehouse e Kurt Cobain tra di loro – quando faccio notare che ciò che li collega è la morte e chiedo se vede una morte precoce come cosa affascinante. “Non lo so. Ummm, sì.” E poi il desiderio di morte.

Non dirlo, io lo dico d’istinto.

“Ma lo faccio.”

No!

“Lo faccio! Io non voglio continuare a fare questo. Ma lo faccio. ”

Fare cosa? Fare musica?

“Tutto. E’ così che mi sento. Se non fosse così, allora non lo direi. Mi spaventerei se sapessi che [la morte] stia per arrivare, ma … ”

Più avanti nell’intervista, Lana è piuttosto negativa sulla sua vita e la sua carriera musicale, come se fosse stata costretta in un mucchio di cose.

                                “I membri della famiglia vengono in tour con me e dicono: ‘Wow, la tua vita è come un film! E io: ‘Sì, un film davvero incasinato’ non avevo una casa, non sapevo nemmeno il mio numero di previdenza sociale” e dice di non essere in contatto con i suoi genitori per circa sei anni.

Riguardo la sua carriera musicale, lei afferma:

“Non l’ho mai goduto. E’ stato tutto brutto, tutto.”

Mentre è possibile che Lana sia veramente depressa, interviste che appaiono quando un nuovo album viene rilasciato sono spesso molto ben orchestrate. Che l’intervista fosse una trovata promozionale per convincere la gente a parlare di lei o meno, è tuttavia una continuazione del suo personaggio, asservita come “gattina beta”  associata ad un comportamento auto-distruttivo trovato spesso nelle sue opere.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...